tribe-loading Viaggio in India tra spiritualità e tradizioni

Viaggio in India tra spiritualità e tradizioni

Ottobre 20 h.10:00 - Ottobre 29 h.08:00 €2.150
Ascolto-1024x576 Viaggio in India tra spiritualità e tradizioni

Un viaggio nel cuore dell’India, ma soprattutto un viaggio dentro di te

9 giorni alla scoperta dell’India più autentica, tra le sue contraddizioni, antiche tradizioni e le bellezze senza tempo. .

Un viaggio in India è una di quelle esperienze capaci di cambiarti la vita. Ti regala la capacità di guardare il mondo con nuovi occhi ed è un’esperienza che rimane scolpita nel cuore.

Cosa faremo 

Celebreremo uno dei festival più suggestivi del Paese, ospiti di una famiglia indiana. Il Diwali è la festa delle luci, le città vengono illuminate da migliaia di candele per ricordare che possiamo trovare la forza e il coraggio anche nei tempi più bui.  Visiteremo luoghi sacri a diverse religioni: assisteremo alle cerimonie induiste, al rituale del pasto in un tempio sikh, ammireremo una delle moschee più grandi dell’Asia e visiteremo il luogo in cui Buddha fece il suo primo sermone. Ci perderemo tra le stoffe colorate nei chiassosi mercati  e ci emozioneremo guardando il Taj Mahal all’alba. Praticheremo yoga in riva al Gange, a Varanasi, in una delle città più sacre al mondo e ci innamoreremo di tutti quei sorrisi che incontreremo per strada.

Ascolto-5-scaled-886x591 Viaggio in India tra spiritualità e tradizioni

Programma dettagliato

20/10 – Primo giorno, ITALIA   

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Milano Malpensa Terminal 1 alle ore 7.45 e incontro con l’accompagnatrice, Stefania Clementi all’interno dell’ingresso n°17 della zona partenze. Operazione di accettazione e di sicurezza e decollo con volo di linea Etihad delle 9.50 per Abu Dhabi con arrivo alle ore 18.45 (GMT + 4). Cambio di aeromobile e proseguimento del viaggio per New Delhi con decollo alle ore 22.

 21/10 – Secondo giorno, INDIA/New Delhi 

Arrivo all’aeroporto internazionale di New Delhi alle ore 3.10 (GMT+5:30). Disbrigo delle formalità d’ingresso e doganali, incontro con l’assistente e trasferimento in hotel per il riposo. Pranzo. 

Delhi è la sede del governo della più grande democrazia liberale al mondo, copre un’area metropolitana che è la seconda più grande dell’India ed è considerata una delle capitali più belle al mondo. E’ divisa storicamente ed urbanisticamente in due parti assai diverse fra loro: la città vecchia, con viuzze molto trafficate ed edifici aggrappati gli uni agli altri, edificata dai Moghul alla confluenza di importanti vie carovaniere che collegavano l’India nord-occidentale alle pianure del Gange; dall’altra i quartieri moderni, progettati da Sir Edwin Lutyens all’inizio del XX secolo, che pianificò un’imponente area amministrativa centrale destinandola alle pretese imperiali britanniche.

Nel pomeriggio inizio delle visite con il Forte Rosso (solo esterno), palazzo e fortezza costruita nel 1634 e ritenuto il simbolo della grandezza dell’Impero islamico Moghul e, con i risciò, ci si addentrerà nella città vecchia lungo le strette vie del famoso mercato delle spezie del quartiere denominato Chandni Chowk. Arrivo alla Jama Masjid, la più grande moschea dell’Asia, edificata nel 1650 durante l’impero di Shah Jahan in marmo bianco e pietra rossa. Verso il termine della giornata si visiterà il tempio Sikh “ Gurudwara Bangla sahib”, struttura maestosa con delle grandi cupole dorate. L’accesso (consentito solo a piedi nudi poiché sono vietate anche le calze) sarà con i fedeli che si riuniscono in preghiera. All’interno del tempio si trova il “lago miracoloso” dove i credenti si immergono per ricevere benefici. Potrete osservate la cucina del tempio, che ogni giorno ospita miglia di persone a cui vengono distribuiti pasti gratuiti.

 22/10 – Terzo giorno, Delhi – Mandawa (circa 260 km /5 ore)

Dopo la prima colazione partenza per Mandawa nel Rajasthan attraverso la regione dello Shekawati. il cui antico principato feudale nacque nel 1755 nel deserto come punto di sosta fortificato sulla via delle rotte carovaniere tra Vicino ed Estremo Oriente. Grazie ai proventi dei commerci fu trasformato in una città fiabesca con palazzi meravigliosamente dipinti e istoriati. Lungo la strada ci sarà il pranzo e una sosta in un villaggio rurale  dove sarà possibile vedere come si svolge la vita nelle campagne indiane.  Nel pomeriggio passeggiata nella zona storica di Mandawa per ammirare le splendide costruzioni affrescate, gli haveli, caratteristici della città. Sistemazione in hotel,  cena e pernottamento.

 23/10- Quarto giorno,   Mandawa – Nawalgarh – Jaipur (circa 170 km/ 4 ore)

Prima colazione  e  partenza per Jaipur, la capitale della regione del  Rajasthan, ovvero “la dimora dei re”, lo Stato più grande dell’India dove gli abitanti indossano coloratissimi abiti tradizionali. Conosciuta come la “città rosa” per il caratteristico colore degli edifici, Jaipur è circondata da aspre colline coronate da formidabili fortezze, sontuosi palazzi, ville e giardini. Lungo la strada sosta nel villaggio di Nawalgarth, villaggio famoso per la sua ricca architettura e i suoi raffinati haveli.  Pranzo e arrivo a Jaipur e sistemazione in hotel. La zona storica di questa città, affollata, rumorosa, ricca di bazar e di venditori ambulanti, con innumerevoli bancherelle di frutta e verdura e di profumatissimo cibo di strada  vi consentirà di immergervi completamente nello spirito della caotica e affascinante quotidianità locale. In serata sarà possibile assistere presso il tempio  Govind Devji alla cerimonia dell’Aarti, rituale durante il quale la luce emessa dalle fiamme viene offerta alla divinità esprimendo così devozione e adorazione. Cena e pernottamento.

24/10 – Quinto giorno, Jaipur

Prima colazione in hotel. Al mattino visita del Forte Amber incastonato nella splendida cornice dei Monti Arawali. Costruito dal 1592, ha una facciata solenne e austera, mentre gli interni sono fastosi, eleganti e raffinati. Rientrando a Jaipur sosta per ammirare il Palazzo situato al centro del  lago Mar Sagal, che dà la suggestiva illusione ottica di sorgere dalle acque. Nella Città Vecchia di Jaipur sosta per ammirare dall’esterno l’Hawa Mahal, meglio conosciuto come il Palazzo dei Venti, con le sue 953 finestre. Pranzo. Nel pomeriggio visita del City Palace, il palazzo reale, di cui alcuni appartamenti sono ancora abitati dalla famiglia dell’ultimo Maharaja e quindi non visitabili. Nelle sale aperte al pubblico sono custoditi meravigliosi tesori.  Al termine ci si preparerà a vivere uno degli eventi più antichi e importanti della cultura induista indiana, cioè Diwali o Deepavali,  la “festa delle luci”, eterno simbolo della vittoria del bene sul male, della luce sulle tenebre, della conoscenza sull’ignoranza. Questa  festa sarà molto speciale perché celebrata in una famiglia indiana seguendone i riti  tradizionali, con danze, preghiere e gustando il saporitissimo cibo che si prepara per l’occasione. Rientro in hotel e pernottamento.

25/10 – Sesto giorno, Jaipur – Agra (240 km / 5 ore)

Prima colazione e  visita  del tempio di Galta Ji. Situato poco distante da Jaipur nella città di Khania-Balaji, meta di pellegrinaggio indù da tutto il paese. Ci sono molti templi in questo sito e una delle attrazioni speciali del luogo è una sorgente naturale che sgorga verso il basso dalla sommità del colle. L’acqua di questa sorgente riempie molti kund o serbatoi d’acqua che sono considerati sacri e i pellegrini che lo visitano  si bagnano in questa acqua.  Pranzo lungo il percorso e arrivo ad Agra.  

Agra viene associata al periodo Moghul (la più importante dinastia imperiale indiana che regnò su quasi tutto il territorio dell’Asia meridionale durante la dominazione islamica in India), i cui imperatori furono famosi per lo sfarzo della loro corte imperiale, e per lo splendore delle loro capitali. Ci sono molti monumenti meravigliosi e il Taj Mahal, costruito dall’imperatore Shah Jahan come mausoleo dedicato alla sua seconda moglie è il più grandioso e importante dell’India, un capolavoro architettonico tra i più belli al mondo. La costruzione della Fortezza di Agra venne iniziata dall’imperatore Akbar nel 1565. Il complesso è davvero una città all’interno della città. Il loro talento  architettonico può essere visto anche nelle fortezze, nei palazzi e nei maestosi giardini – ognuno testimone silenzioso di un grande stile di un periodo d’oro.

 Sistemazione in hotel, cena e pernottamento

 26/10 – Settimo giorno,  Agra – Vindravan – Varanasi

Sveglia all’alba per ammirare in una luce suggestiva il Taj Mahal, considerato una delle sette Meraviglie del Mondo. Il monumento è costruito in marmo bianco con pietre preziose incastonate e contiene i cenotafi dell’imperatore moghul Shāh Jahān e della moglie Arjumand Banu Begum, meglio conosciuta come Mumtāz Maḥal. Decorato con calligrafie e bellissimi intagli, è stato descritto come la più stravagante opera d’amore mai costruita. Rientro in hotel per rinfrescarsi e per la prima colazione. Partenza per Delhi con sosta alla città sacra di Vindravan, consacrata al dio Krishna che qui, secondo la tradizione, trascorse la sua infanzia. Vrindavan viene anche chiamata la “città delle vedove” poiché sono diverse migliaia le donne vedove che nella più assoluta povertà prestano servizio presso uno dei tanti ashram (luoghi di preghiera e meditazione) in cambio di poche rupie e un po’ di riso che garantisce loro la sopravvivenza. Pranzo lungo la strada che porta alla capitale fino all’aeroporto per il volo per Varanasi o Benares, la città più sacra dell’Induismo che rappresenta l’essenza stessa della spiritualità indiana. Questo suggestivo centro, chiamato Kashi al tempo dei Veda (testi sacri dei popoli arii che invasero intorno al XX secolo a.C. l’India settentrionale) è situato sulle rive del Gange nella parte centro-orientale dell’India ed è quanto di più sacro per gli indiani. Gli induisti qui vengono a purificarsi presso i ghat, le famose gradinate che scendono al fiume.  Arrivo, trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

27/10 – Ottavo giorno,  Varanasi        

Alle prime luci dell’alba, escursione in barca sul fiume Gange, da cui si potranno ammirare i ghat (scalinata che scende ad un corso d’acqua) e assistere alle abluzioni dei fedeli, partecipando al lento risveglio della città. Rientro in hotel per la prima colazione. Nel pomeriggio visita di Sarnath, importante centro buddista, dove, dopo aver raggiunto l’illuminazione, il Buddha, pronunciò il suo primo sermone. Sarnath, è quindi considerato il luogo di nascita di questo stile di vita.– Pranzo in un ristorante tradizionale che serve il Thali, un pasto tradizionale indiano, composto da piccole ciotole che creano una combinazione equilibrata di vari piatti. Con il Thali, l’idea è quella di offrire tutti i 6 diversi gusti  – dolce, salato, amaro, acido, astringente e pungente in un unico pasto, come ci insegna la tradizione ayurvedica. In questo caso il Thali sarà vegetariano e comprende la combinazione di diverse delizie proveniente da tutta l’india. Verso il tramonto si assisterà all’Aarti, una suggestiva cerimonia induista che si svolge sulle rive del Gange. Cena e pernottamento in hotel.

 28/10 – Nono giorno – Varanasi – Delhi – ITALIA

Prima colazione in hotel. Stefania guiderà una pratica di yoga sulle sponde del fiume Gange, per onorare questa tradizione millenaria che affonda le sue radici in India. La pratica sarà accessibile a tutti e includerà una meditazione. Operazioni di accettazione e sicurezza e partenza con volo di linea Ethiad per Abu Dhabi delle ore 21.05 e arrivo alle ore 23.05 locali.

29/10 – Decimo giorno – Abu Dhabi  – ITALIA/Milano Malpensa

Decollo alle ore 2.55 e arrivo in Italia a Milano Malpensa alle ore 6.10.

Operativo voli Etihad:

1 EY  88   20OCT   MXPAUH   1010  1805                                             

2 EY 218  20OCT    AUHDEL    2220   0315   21OCT                                   

3 EY 223  28OCT   DELAUH    2105  2320                                             

4 EY   81  29OCT   AUHMXP    0325  0755         

MXP, Milano Malpensa – AUH, Abu Dhabi – DEL, Delhi

PRENOTA ORA

Schermata-2022-06-30-alle-22.19.04-886x591 Viaggio in India tra spiritualità e tradizioni

SERVIZI INCLUSI E DETTAGLI:

Costi e condizioni

Il costo del viaggio è di € 2.150 per persona, in camera doppia.

Cosa è incluso

– Voli internazionali  tasse incluse.

– Pernottamenti di 08 notti con sistemazione in camera doppia

– Pensione completa dal pranzo del secondo giorno alla prima colazione del giorno 28/10

– Tutti i trasferimenti indicati, con i veicoli privati con aria condizionata

– Ingressi come da programma  

– Guida nazionale parlante la lingua italiana per tutto il tour

– Accompagnatrice dall’Italia

.- Tutte le tasse locali e statali applicabili al momento

– Assicurazione sanitaria e contro le penalità annullamento viaggio

 

Cosa NON è incluso:

Visto d’ingresso, spese di carattere personale come deposito, lavanderia, telefono, bevande, tasse fotocamera/videocamera  per i monumenti (escluso a Jaipur e ad Agra), i pasti diversi da quelli specificati sopra, le attività facoltative  e opzionali, mance, facchinaggio negli hotel e nei ristoranti, bevande durante i pasti, supplemento camera singola € 300 – Tutto ciò non citato alla voce “cosa è incluso”.

Come prenotare

Clicca su Prenota Ora e compila il form con i tuoi dati (nome, cognome, data di nascita e tipologia di camera) 

Riceverai i dettagli per finalizzare la prenotazione.

PRENOTA ORA

Chi ti accompagnerà nell'esperienza

stefi Viaggio in India tra spiritualità e tradizioni

Stefania Clementi, Insegnante di Yoga e Terapista Ayurveda

“Per 10 anni ho lavorato nel turismo, proprio con l’India, organizzando viaggi esperienziali nel Paese. Durante i miei numerosi viaggi mi sono innamorata sempre più delle tradizioni, dei rituali e della cultura indiana, così ho iniziato a praticare yoga e proprio in India è iniziato il mio percorso di studi come insegnante. Poco dopo mi sono appassionata all’ayurveda, conosciuta come “la scienza della vita”, che custodisce l’antico sapere per una vita longeva e felice. Sono Accompagnatrice Turistica certificata e sono certa che riuscirò a travolgerti con il grande amore che nutro per l’India, un luogo che amo chiamare casa .”  -Scopri di più-

Per chi

Il viaggio è adatto a chi ha un buono spirito di adattamento in quanto, nonostante gli hotel siano di categoria superiore, gli standard indiani sono inferiori a quelli italiani. Sono strutture ricettive che usiamo da tempo e che abbiamo testato personalmente. Inoltre sono previste diverse ore di viaggio su minibus con aria condizionata, a volte anche su strade sterrate. Il viaggio è adatto a chi vuole condividere l’esperienza con persone che hanno gli stessi interessi, a chi è interessato a conoscere e accogliere tradizioni diverse, a chi è disposto a lasciare i pregiudizi a casa e partire con una mente vuota pronta a sorprendersi e a scoprire una nuova bellezza, fatta di sorrisi che arrivano dritti al cuore. Ogni viaggio è anche un viaggio dentro di se per accogliere ciò che siamo davvero.

Ascolto-6-scaled-886x591 Viaggio in India tra spiritualità e tradizioni

Dettagli

Inizio:
Ottobre 20 h.10:00
Fine:
Ottobre 29 h.08:00
Cost:
€2.150
Categoria Evento:

Luogo

India
India